How to reach PADOVA SITE

By Car

  • Milano-Venezia Highway (A4)
  • Bologna-Padova Highway (A13)

In any case you can follow the roadsigns to the center of the city and  Prato della Valle. From Prato della valle see the map to reach the Astronomical Observatory.

By Train (see the italian railway website Trenitalia)

      To reach the Astronomical Observatory from the Padova railway station: 
  • by taxi
    taxi cabs in front of the railway station ( Radiotaxi Padova). The trip is around 10 minutes.
  • by bus or by metrobus
    You can choose different options (see directions). Bus stop in front of the railway station (APS Holding), tickets have to be purchased at the ticket office. Bus n° 12 (direction Tencarola or Selvazzano) bus or n° 18 (direction Siracusa) stop in via P. Paoli (after "Prato della Valle", see the map by Google) and turn to via S. Alberto Magno to reach the Specola tower. You can also choose the metrobus SIR1 (metro stop on the right leaving the railway station) towards "Capolinea Guizza", stop at "Cavalletto" (see the map to reach the specola) . The trip is around 20 minutes.
  • on foot
    see the map by Google Maps. The trip is around 30 minutes.

 By Venice Marco Polo Airport

      To reach Padova:
  • by bus + train: reach the Mestre-Venice railway station by bus ATVO Fly Bus or ACTV bus; see the available options in the airport website  (train and bus connection). Reaching a STAZIONE FS (Railway station, both Venezia Mestre or Venezia Santa Lucia) take a train to Padova (Trenitalia). The trip is around 30 + 20 minutes.
  • by coach  (BUSITALIA - SITA NORD): in the timetable select TESSERA AEROPORTO (Airport) as departure (Fermate di Partenza) and PADOVA AUTOSTAZIONE (bus station) as arrival (Fermate di Arrivo), select the travel day (Data di viaggio) and then click on CORSE DI ANDATA. To reach the Observatory from the bus station located near the Railway station (see the Google map).

 

by Treviso Airport

To reach Padova, you can take the bus of the BUSITALIA veneto line (Padova direction). Bus stop is out of the airport (SITA). You can see here the timetable (select TREVISO AEROPORTO as departure and PADOVA AUTOSTAZIONE as arrival, the date and then click on CORSE DI ANDATA). You reach the bus station that is near the Railway station and then you can reach the Observatory with the different options (see map).

 

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • I ricercatori hanno identificato 121 esopianeti giganti che potrebbero avere satelliti naturali abitabili: esolune potenzialmente in grado di offrire un ambiente favorevole alla vita, forse persino migliore della Terra. Lo studio su The Astrophysical Journal

  • Un nuovo studio franco-cinese mette in dubbio la necessità di contemplare l’effetto di una materia oscura per spiegare i moti stellari delle piccole galassie con poche stelle che si trovano in prossimità della Via Lattea

  • Il raro fenomeno che porta alla disgregazione delle stelle è noto come evento di distruzione mareale e si verifica quando una stella viene catturata dal buco nero supermassiccio tramite la sua invincibile attrazione gravitazionale. Non c'è scampo: l'oggetto viene fatto a pezzi e addio stella. Lo studio è stato pubblicato oggi su Science. Il commento di Marco Bondi dell'Inaf di Bologna

  • Una nuova analisi dei dati ottenuti dallo strumento italiano Vir a bordo della sonda Nasa Dawn suggerisce che la concentrazione dei composti del carbonio trovati sulla superficie del pianeta nano Cerere potrebbe essere tra il 40 e il 50 per cento, sorprendentemente più alta di quanto finora calcolato

  • La risoluzione è ancora molto bassa e la forma dell'oggetto è ancora indistinta, ma ricorda il dango, un tradizionale dolce di riso giapponese. L'Italia si occuperà della caratterizzazione mineralogica della superficie di Ryugu e per l’individuazione dei siti di atterraggio del lander Mascot

  • I dati del satellite Gaia dell’Agenzia spaziale europea - protagonista proprio oggi, a Roma, di uno speciale “Gaia Science Day” - mostrano che il disco della nostra galassia è stato plasmato da un massiccio evento di fusione e da alcune fusioni più piccole

Go to top

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information