Seminars

Giovedi 12 Ottobre 2017, h. 11:30 
 Aula L. Rosino Dipartimento di Fisica e Astronomia

Sebastien Salmon 

   Università di Liegi 

 

 A new light on the Solar problem

 

 ABSTRACT

The Sun, because it is the star for which we have the largest set of observational constraints, is a calibration reference for theoretical stellar models. Among others, the study of the Sun oscillations – helioseismology - has provided strong constraints on the Sun internal rotation profile, the location of the base of its convective envelope, or the helium abundance of its envelope. Standard Solar Models built in the nineties were a major success of stellar physics since they presented a good agreement with helioseismology. However, in the past decade, the abundances of elements in the Sun were revised by Asplund et al., leading to a large decrease of the solar metallicity. As a consequence, Standard Solar Models with revised abundances now fail to reproduce most of the helioseismic constraints. This stalemate, known as the Solar problem, questions the accuracy of the equation of state, opacities and other ingredients used in the stellar models. Remarkably, this led the Los Alasmos group to compute new stellar opacities for the community.
To shed a new light on this problem, we have developed in our team new helioseismic diagnosis, thanks to which we are able to derive the Sun envelope metallicity, as well as the entropy and Ledoux discriminant internal profiles. We present here the results of these new helioseismic inversions, and their consequences for Solar Models, including those with the new Los Alamos opacities.

 

 

 

           Previous Seminars                                          Next Seminars

__________________________________________________________________________________

       To propose a seminar                                                                 To be included in the mailing list

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

  • La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

  • Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani

  • Arriva dagli scienziati della collaborazione Pierre Auger, di cui fanno parte anche ricercatori dell’Istituto nazionale di astrofisica, la prima evidenza sperimentale che i raggi cosmici di alta energia provengono da zone esterne alla nostra galassia. Antonella Castellina (Inaf): « un passo fondamentale verso la scoperta delle sorgenti delle particelle più energetiche»

  • Uno studio, pubblicato su Earth and Planetary Science Letters, presenta un nuovo e potenzialmente rivoluzionario meccanismo di raffreddamento planetario che promette di darci informazioni riguardo a tutti i pianeti rocciosi nella nostra galassia.

  • Grazie a Hippi, quello che gli autori di un nuovo studio su Nature Astronomy definiscono il polarimetro astronomico più sensibile al mondo, un gruppo di ricerca a guida australiana ha osservato per la prima volta l’emissione di luce polarizzata da una stella in rapida rotazione: Regolo, nella costellazione del Leone

Go to top

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information