INAF - Osservatorio Astronomico di Padova

L' INAF - Osservatorio Astronomico di Padova è una struttura di ricerca dell'Istituto Nazionale di Astrofisica. L' attività principale dell'istituto è la ricerca scientifica nei vari campi dell'astrofisica, inclusa la progettazione e lo sviluppo di tecnologie innovative per strumentazione astronomica d’avanguardia. L'Osservatorio di Padova favorisce inoltre la diffusione della cultura scientifica grazie a progetti di didattica e divulgazione dell’Astronomia che si rivolgono alla Scuola e alla Società. 

In evidenza

Stampa

INAF - Osservatorio Astronomico di Padova

Evento 

Titolo:
75 anni del telescopio Galileo all'Osservatorio Astrofisico di Asiago
Quando:
30.09.2017 - 30.09.2017
Dove:
Sede di Asiago Pennar - INAF Padova - Asiago (VI)
Categoria:
Per il pubblico

Descrizione

Sabato 30 settembre, ad Asiago, si festeggiano i 75 anni del Telescopio Galileo! Il programma che prevede un incontro al Teatro Millepini e poi un Open Day all’Osservatorio Astrofisico di Asiago è in calce a questa pagina.

Scarica la locandina ufficiale dell’evento

Il 27 maggio 1942 fu inaugurato il telescopio Galileo all’Osservatorio Astrofisico di Asiago, all’epoca il più grande in Europa, costruito interamente dalle Officine Galileo di Firenze. Correvano i 300 anni dalla morte di Galileo Galilei, che dal 1592 al 1610 lavorò a Padova dove, a partire dal 1777, le osservazioni astronomiche vennero fatte dalla Specola, sede del nuovo Osservatorio Astronomico dell’Università patavina. L’aumento dell’inquinamento luminoso aveva però costretto gli astronomi a portare nel 1942 la sede osservativa sull’altopiano di Asiago.

Giovanni Silva ebbe la grande intuizione di dotare il telescopio anche di uno spettrografo a prismi, conservato nel MUseo degli Strumenti dell’Astronomia – MUSA. Fino al 1991 era possibile utilizzare il telescopio sia per riprendere immagini (nell’archivio sono conservate quasi 10.000 le lastre fotografiche) che spettri. Dal 1992 è possibile solo la ripresa di spettri in bassa e media risoluzione.

Il telescopio Galileo è operativo da ben 75 anni consecutivi, durante i quali si è distinto per studi internazionali, in particolare nel campo delle stelle variabili. In questi ultimi anni è stato impegnato: nella ricerca di novae e supernovae, stelle simbiotiche, transienti, AGN; nello studio di stelle peculiari nell’ambito della survey RAVE; nello sviluppo di nuove strumentazioni come IQUEYE (studio di fenomeni di ottica quantistica); nella didattica (Il Cielo come laboratorio) e nella divulgazione (Notte da astronomo).

Da alcuni anni è stato sviluppato il controllo remoto del telescopio, il quale può essere utilizzato anche da Padova, ma teoricamente da qualsiasi luogo con una buona connessione a internet.

È quindi importante festeggiare i 75 anni di attività, che coincidono con i 250 anni della fondazione della Specola di Padova, aprendo l’Osservatorio Astrofisico di Asiago per visite guidate e conferenze che ricordino i risultati e gli sforzi che sono stati fatti in tutti questi anni.

Programma della cerimonia per i 75 anni di attività del telescopio Galileo

10.00-10.15: Saluti del Rettore (o suo delegato) e del Sindaco di Asiago (o suo delegato)

10.15-10.40: Introduzione generale dei Direttori DFA e INAF Padova

10.40-11.00: Piero Rafanelli (professore ordinario dell’Università di Padova)

11.00-11.20: Giampaolo Piotto (coordinatore del corso di dottorato dell’Università di Padova)

11.20-11.40: Giampaolo Preti: Officine Galileo: il punto di vista del costruttore del telescopio

11.40-12.00: Annamaria Dal Sasso: ricordi del padre e del nonno che hanno edificato le strutture dell’osservatorio

12.00-12.20: Antonio Bianchini (professore dell’Università di Padova)

13.00: rinfresco a cura dell’istituto alberghiero

16.00-22.00: open day all’Osservatorio Astrofisico di Asiago, stazione del Pennar, con visite guidate gratuite alla cupola del telescopio Galileo ogni 30 minuti.

Sede

Venue:
Sede di Asiago Pennar - INAF Padova   -   Sito web
Via:
Località Pennar - via dell'Osservatorio 8
Cap:
36012
Città:
Asiago (VI)
Paese:
Paese: it

Descrizione

Descrizione non disponibile

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • Firmato un protocollo d'intesa tra Miur, Regione, Università di Sassari e Istituto nazionale di fisica nucleare per candidare il sito di Sos Enattos. Il dicastero di viale Trastevere interverrà con fondi statali per 17 milioni di euro. L’interferometro di terza generazione si aggiungerà ai già funzionanti Ligo e Virgo

  • Il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston visita il Sardinia Radio Telescope, dando corso alla Convenzione tra Inaf e Asi per l'utilizzo dell'antenna nel Deep Space Network della Nasa

  • Stelle di neutroni, nane bianche, stelle in formazione: tutte, raggiunte determinate condizioni, mostrano lo stesso comportamento, ovvero la capacità di espellere materia ad altissima velocità: un fenomeno noto con il nome di ”propeller”. A fornire prove di questa universalità è il lavoro di quattro ricercatori dell’Inaf

  • Un po’ come gemelli, le stelle di una galassia e il buco nero centrale sembrano crescere assieme, almeno per quanto riguarda la massa. Uno studio nippo-taiwanese con il radiotelescopio Alma ha però trovato una particolare galassia in cui questo meccanismo di feedback non avviene. Il commento di Michele Perna dell'Inaf

  • Utilizzando la telecamera ad infrarossi CanariCam installata sul Gran Telescopio Canarias, un gruppo di ricercatori ha realizzato una dettagliata mappa che rileva i campi magnetici dei gas e delle polveri che spiraleggiano attorno al buco nero supermassiccio al centro della nostro galassia

  • Sfruttando il lieve attrito della rarefatta atmosfera marziana, il Trace Gas Orbiter di ExoMars dell’Esa ha progressivamente abbassato la propria orbita attorno al pianeta, ed è ormai pronto per iniziare le operazioni scientifiche, in particolare la ricerca del metano

Vai all'inizio della pagina

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information