Materiale on line

icoitaly

 

Prendi le Stelle nella Rete!

 

Seguici sui social network Facebook twitter

Diffusione a supporto della Didattica

polare  Polare.it - Il primo portale per la didattica dell'Astronomia

pvIl Planetario Virtuale - Un corso di astronomia interattivo per ragazzi

Divulgazione

Starchild - Il sito "storico" della NASA dedicato ai bambini più piccoli

L'Astrofisica attuale: i motivi di una rivoluzione - Un breve "viaggio" attraverso i momenti salienti dello sviluppo di questa affascinante Scienza

L'Astronomia oggi - L'Uomo e il Cielo, cosa e come si fa nell'Astronomia di oggi e cosa ha significato la messa in orbita del Telescopio Spaziale Hubble

Viaggio nel Cosmo - Tutta l'astronomia moderna in più di 300 bellissime immagini

Urania- Il primo notiziario italiano di astronomia e astronautica in Real Audio

Il volto della Luna - Storia, leggenda e mitologia del nostro satellite

Ricerca

Scienza come è fatto chi la fa? - Un progetto di ricerca sulla percezione della Scienza

PROGETTI PER NON VEDENTI

A Riveder le Stelle - il primo sito di astronomia interamente dedicato ai non vedenti (in Italiano, Inglese, Spagnolo, Bosniaco)

A TOUCH OF THE UNIVERSE - Un progetto internazionale per non vedenti in Inglese e Spagnolo a cui partecipa INAF-OAPd

Contattaci

L'astronomo risponde - Sei hai qualche dubbio, inviaci la tua domanda e cercheremo di risponderti

Prenota una videoconferenza con un astronomo o scrivici un'e-mail

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • Osservazioni ai raggi X della stella RW Aur A, nella costellazione del Toro, potrebbero spiegare il misterioso oscuramento periodico della stella come il risultato di successivi pasti a base di resti di giovani pianeti che si sono scontrati nelle sue vicinanze. Lo studio su The Astronomical Journal

  • Una nuova tecnica, sviluppata dai ricercatori dell’università di Ginevra, potrebbe consentire di trovare, nel giro di pochi mesi, pianeti con periodi di rivoluzione fino a diversi anni. Il metodo è descritto nella rivista Astronomy & Astrophysics

  • Si tratta di una radiogalassia ad alto redshift, cioè davvero molto distamte. Essendo oggetti rari e difficili da localizzare, gli esperti hanno quindi bisogno di effettuare osservazioni radio che coprano grandi aree di cielo. Lo studio è in uscita su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society

  • Prima luce per la nuova modalità di ottica adattiva, chiamata “tomografia laser”, del Very Large Telescope dell'Eso. Il nuovo sistema ha consentito di ottenere da terra immagini di prova straordinariamente nitide – più di quelle che riesce ad acquisire Hubble dallo spazio – del pianeta Nettuno, di alcuni ammassi di stelle e di altri oggetti.

  • Misurata per la prima volta la massa di Proxima Centauri, la stella più vicina al Sole, con il metodo del microlensing gravitazionale, ottenendo così una misura precisa che ci permette di scoprire di più su questa stella e il pianeta che la accompagna. Media Inaf ha intervistato la prima autrice dello studio, l’astrofisica Alice Zurlo

  • Spettacolari conferme e un nuovo enigma. I risultati definitivi della missione Esa ratificano, con una precisione senza precedenti, la validità del modello standard della cosmologia. Con un’importante eccezione: l’esatto valore della costante di Hubble. È attorno a quel numero che osservazioni e modelli dovranno ora cimentarsi, ed è lì che potrebbe annidarsi la necessità di una nuova fisica

Vai all'inizio della pagina

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information