75 anni di Galileo

Sabato 30 settembre, ad Asiago, si festeggiano i 75 anni del Telescopio Galileo! Il programma che prevede un incontro al Teatro Millepini e poi un Open Day all’Osservatorio Astrofisico di Asiago è in calce a questa pagina.

Scarica la locandina ufficiale dell’evento

Il 27 maggio 1942 fu inaugurato il telescopio Galileo all’Osservatorio Astrofisico di Asiago, all’epoca il più grande in Europa, costruito interamente dalle Officine Galileo di Firenze. Correvano i 300 anni dalla morte di Galileo Galilei, che dal 1592 al 1610 lavorò a Padova dove, a partire dal 1777, le osservazioni astronomiche vennero fatte dalla Specola, sede del nuovo Osservatorio Astronomico dell’Università patavina. L’aumento dell’inquinamento luminoso aveva però costretto gli astronomi a portare nel 1942 la sede osservativa sull’altopiano di Asiago.

Giovanni Silva ebbe la grande intuizione di dotare il telescopio anche di uno spettrografo a prismi, conservato nel MUseo degli Strumenti dell’Astronomia – MUSA. Fino al 1991 era possibile utilizzare il telescopio sia per riprendere immagini (nell’archivio sono conservate quasi 10.000 le lastre fotografiche) che spettri. Dal 1992 è possibile solo la ripresa di spettri in bassa e media risoluzione.

Il telescopio Galileo è operativo da ben 75 anni consecutivi, durante i quali si è distinto per studi internazionali, in particolare nel campo delle stelle variabili. In questi ultimi anni è stato impegnato: nella ricerca di novae e supernovae, stelle simbiotiche, transienti, AGN; nello studio di stelle peculiari nell’ambito della survey RAVE; nello sviluppo di nuove strumentazioni come IQUEYE (studio di fenomeni di ottica quantistica); nella didattica (Il Cielo come laboratorio) e nella divulgazione (Notte da astronomo).

Da alcuni anni è stato sviluppato il controllo remoto del telescopio, il quale può essere utilizzato anche da Padova, ma teoricamente da qualsiasi luogo con una buona connessione a internet.

È quindi importante festeggiare i 75 anni di attività, che coincidono con i 250 anni della fondazione della Specola di Padova, aprendo l’Osservatorio Astrofisico di Asiago per visite guidate e conferenze che ricordino i risultati e gli sforzi che sono stati fatti in tutti questi anni.

Programma della cerimonia per i 75 anni di attività del telescopio Galileo

10.00-10.15: Saluti del Rettore (o suo delegato) e del Sindaco di Asiago (o suo delegato)

10.15-10.40: Introduzione generale dei Direttori DFA e INAF Padova

10.40-11.00: Piero Rafanelli (professore ordinario dell’Università di Padova)

11.00-11.20: Giampaolo Piotto (coordinatore del corso di dottorato dell’Università di Padova)

11.20-11.40: Giampaolo Preti: Officine Galileo: il punto di vista del costruttore del telescopio

11.40-12.00: Annamaria Dal Sasso: ricordi del padre e del nonno che hanno edificato le strutture dell’osservatorio

12.00-12.20: Antonio Bianchini (professore dell’Università di Padova)

13.00: rinfresco a cura dell’istituto alberghiero

16.00-22.00: open day all’Osservatorio Astrofisico di Asiago, stazione del Pennar, con visite guidate gratuite alla cupola del telescopio Galileo ogni 30 minuti.